top of page

Come vanno i mercati 2024-25

Elezioni Francesi e Impatti sui Mercati

Le elezioni francesi hanno scosso i mercati globali, causando una significativa volatilità. Gli investitori sono preoccupati per il possibile successo delle forze di destra, il che potrebbe alimentare divisioni nell'Unione Europea. Questa incertezza ha portato gli investitori europei a spostarsi verso asset più sicuri come i Bund tedeschi, mentre gli investitori americani hanno ridotto le loro posizioni in azioni europee.

Performance delle Borse Europee

Le borse europee hanno subito forti perdite, con il Ftse Mib che ha chiuso la settimana con un passivo del 5.7% e il Cac 40 di Parigi con una perdita settimanale del 6.23%. La preoccupazione principale è stata l'instabilità politica in Francia, che ha visto un aumento dello spread tra i titoli di Stato francesi e tedeschi a 78 punti base, segnando la peggiore settimana di sempre per questo indicatore. Anche lo spread tra BTp italiani e Bund tedeschi è aumentato a 160 punti base.

Mercati Americani in Rialzo

Contrariamente ai mercati europei, le borse americane hanno registrato nuovi massimi, sostenute dalla forza del dollaro e dal deflusso di capitali dall'Europa. Le "magnifiche 7" (Microsoft, Apple, Nvidia, ecc.) hanno continuato a registrare forti guadagni, con un indice aggregato in rialzo del 38% da inizio anno. Nvidia ha addirittura aggiornato un nuovo massimo storico a 132 dollari per azione.

Reazioni dei Mercati Obbligazionari

I mercati obbligazionari hanno visto un aumento degli acquisti di Bund tedeschi, con il rendimento dei decennali tedeschi sceso dal 2.7% al 2.35% durante la settimana. Questo movimento è stato guidato dalla necessità delle istituzioni finanziarie di ridurre il rischio di collaterale in vista dell'incertezza politica in Europa.

Politica Monetaria e Impatti Economici

Le aspettative sui tassi di interesse si sono modificate con la prospettiva di un ulteriore taglio di 0.25% entro il 2024, dopo il recente taglio dello stesso importo a giugno. Tuttavia, l'inflazione rimane alta in Europa, con l'Eurozona che ha registrato un tasso del 2.6% totale e del 2.9% per la core inflation. Questo potrebbe limitare l'entità dei futuri tagli dei tassi.

Prospettive Economiche per l'Italia

In Italia, l'economia ha mostrato segnali positivi grazie alla crescita del turismo e dei consumi interni, con una riduzione della flessione industriale attesa nel secondo trimestre. Tuttavia, la fiducia delle imprese rimane bassa e i problemi nei trasporti e nei prezzi dell'energia persistono. L'industria italiana ha registrato un calo della produzione dell'1.0% ad aprile, ma il fatturato ha recuperato i livelli di febbraio.

Conclusioni

La settimana ha evidenziato un forte contrasto tra i mercati europei e quelli americani, con i primi afflitti dall'incertezza politica e i secondi beneficiati dal deflusso di capitali e dalla forza del dollaro. Le prossime settimane saranno cruciali per capire l'evoluzione del quadro politico in Francia e il suo impatto sui mercati globali.

Comments


bottom of page