top of page

Mandarin Oriental apre a Roma: una nuova oasi di lusso nel cuore della città

Il mercato degli hotel di Roma si arricchisce con l'arrivo di Mandarin Oriental, previsto per la seconda metà del 2026. L'indiscrezione, inizialmente riportata dal Sole24 Ore a fine 2021, ha preso forma attraverso colloqui e contratti tra Merope Asset Management e il gruppo Mandarin Oriental, parte del Jardine Matheson Group. Merope ha acquistato gli ex Villini Unicredit, dieci edifici del XIX secolo da Colony Capital, dove sorgerà il nuovo albergo.

Un progetto unico nel cuore di Roma

Il nuovo Mandarin Oriental sarà un complesso di lusso unico, composto da dieci immobili ristrutturati, immersi in un parco secolare, situati a pochi passi da via Veneto e Piazza di Spagna. Con oltre 18.000 metri quadrati, l'hotel offrirà 108 camere e suite, di cui oltre 40 dotate di giardino privato o terrazze.

Servizi esclusivi e spazi dedicati al relax

La struttura comprenderà sei ristoranti e bar, incluso il Mandarin Bar con una terrazza panoramica sulla città. Due degli edifici saranno dedicati a una spa con piscine interne ed esterne immerse nel verde. Questo progetto sarà il quinto in Italia per Mandarin Oriental, aggiungendosi alle sedi di Milano, Lago di Como, e le future aperture a Cortina d'Ampezzo e Porto Cervo. Il gruppo gestisce attualmente 38 hotel e 11 residence in 25 paesi.

Un omaggio al patrimonio storico

Pietro Croce, fondatore e amministratore delegato di Merope, ha dichiarato che il progetto riporterà i Villini Sallustiani al loro splendore originario, preservandone il valore storico, ma con l'ambizione di trasformarli in una delle strutture ricettive più iconiche a livello internazionale. Merope ha investito cento milioni di euro per l'acquisto dei Villini e altrettanti per il restauro e la riqualificazione. La proposta di permesso di costruire in deroga, approvata dall’Assemblea Capitolina, ha permesso il cambio d’uso da residenziale a ricettivo.

Un impegno verso l'artigianato e il patrimonio locale

Laurent Kleitman, amministratore delegato di Mandarin Oriental Hotel Group, ha commentato che a Roma adotteranno un approccio meticoloso, rispettando l'artigianato locale e il patrimonio culturale romano, integrando al contempo il lusso raffinato. Francesco Cefalù, Chief Development Officer di Mandarin Oriental, ha sottolineato l'importanza del mercato italiano del lusso e l'interesse del gruppo per altre città storiche come Firenze e Venezia, oltre a destinazioni leisure come la Puglia, la campagna toscana e la Sicilia.

Questo progetto promette di aggiungere un nuovo capitolo al panorama dell'ospitalità di lusso a Roma, offrendo una combinazione unica di storia, cultura e raffinatezza.


コメント


bottom of page