top of page

Il sito dell’hotel conversa con l’ospite

Si parla tanto di Intelligenza Artificiale, cogliendo l’occasione per organizzare meeting e seminari. Ma per usarla concretamente come possiamo fare? Ecco una valida risposta.

È già disponibile un’applicazione di AI che vi consente di vendere meglio il soggiorno nella vostra struttura, in funzione delle sue caratteristiche e dei servizi offerti dal territorio.

Pochi istanti per decidere

Ancora oggi, quando selezioniamo l’hotel nel quale soggiorneremo durante una vacanza o un viaggio di lavoro, atterriamo sul sito della struttura ricettiva – magari dopo aver fatto la selezione delle tariffe su un portale OTA - e ci facciamo un’idea immediata della qualità dell’offerta attraverso le foto e le informazioni che riusciamo a trovare nei testi.

Quello che ci serve per fare una scelta, sono informazioni in tempo reale e l’alternativa alla navigazione del sito è chiamare il call center (le chat sono quasi sempre spente o disattivate), ma in ogni caso potremmo avere problemi di orario, di lingua e di interlocutore. I problemi che incontrerebbe un cittadino cinese, che chiama durante le nostre ore notturne e chiede informazioni ad un portiere di notte o ad una persona appena arrivata per uno stage, sono facili da immaginare.

L’assistente relazionale

Oggi è possibile “chiedere” al sito dell’hotel qualsiasi informazione, inerente alla struttura o all’organizzazione del viaggio e della permanenza, direttamente alla “concierge virtuale”, accessibile dalla chat del sito o dei social network dell’hotel, ricevendo in tempo reale una risposta esaustiva, in qualsiasi lingua, a qualsiasi ora del giorno. Trattandosi di una chat, non si fanno code per attendere il proprio turno: l’assistente virtuale è infatti multi tasking e può gestire un numero illimitato di sessioni in contemporanea, una diversa dall’altra, in caso di richiesta.

Alla ricerca delle migliori soluzioni

Alcune domande critiche come ad esempio: “Puoi suggerire un periodo nel quale trovo le tariffe scontate?”, oppure “Quali sono le principali attrazioni accessibili nella zona circostante?”, se non addirittura: “Vorrei organizzare una serata romantica con il mio partner: quale ristorante suggerisci per la cena? Un locale per un aperitivo o per ammirare il mare dopo cena?”, sono tutte a portata di risposta. Sarà l’assistente a portare delicatamente anche i più indecisi verso una scelta ottimale, proponendo direttamente la prenotazione della migliore soluzione individuata.

Facile da configurare e immediatamente pronto all’uso

Per installare un assistente virtuale sul sito internet o sulle pagine social della struttura ricettiva, non serve alcuna operazione di programmazione: basta caricare i documenti con tutte le informazioni dell’hotel, il riferimento al collegamento al booking engine e ad altre eventuali app o widget presenti sul sito.

Non è necessario scrivere alcuna riga di codice e le informazioni fornite sono totalmente sotto controllo dell’albergatore.

Le strutture ricettive che utilizzano questa applicazione dell’AI, stanno già constatando un positivo ritorno di investimento.



Comments


bottom of page